Giovedì, 24 Maggio 2012 14:42

Le palle dei servizi pubblici locali

Alemanno usa il sito di informazione del Comune per farsi propaganda elettorale.

Pubblicata nel sito istituzionale di Roma la presentazione della relazione annuale 2011-2012 elaborata dall’Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Pubblici Servizi Locali.

Dalla relazione emerge un quadro generale che stronca l'operato della giunta Capitolina, ma nella presentazione ad uso dei media e dei cittadini, in palese conflitto d'interesse, la stessa Giunta ne riporta solo le parti più positive.
Le parti, guarda il caso, favorevoli al Sindaco e al suo partito che, grazie al giovanissimo Presidente dell'Agenzia preposta al mancato controllo, vuole nascondere il totale fallimento del proprio mandato:

"Giudizio complessivo sulla qualità della vita: il voto medio assegnato nel 2012 dai romani (6,27) è il più alto tra quelli delle ultime quattro indagini."
QUALI ROMANI? Il moVimento 5 stelle a Roma conta centinaia di migliaia di sostenitori connessi in RETE, non risulta siano stati interpellati.

"Grado generale di soddisfazione nei confronti dei servizi pubblici locali: le periferie esterne manifestano disagio."
DAVVERO??? Solo le periferie?

"Trasporto pubblico: appare complessivamente migliorato."
Infatti i carri trasporto bestiame sono stracolmi di PENDOLARI esattamente come tutte le consolari sono intasate dal TRAFFICO.

Ci sarebbe da discutere parecchio anche sulle stazioni BIKE SHARING ridotte a ricovero di rottami a cielo aperto, ma lasciamo perdere. Non si può pretendere un buon servizio pubblico sulla ciclabilità da chi dice di abolire le AUTO BLU ma poi fa il contrario, specie quando ne fa un uso del tutto PRIVATO.

"Gestione rifiuti e igiene urbana: vanno meglio le cose per la differenziata, ormai al 25%, ma manca ancora molto all’obiettivo nazionale e comunitario (65%)."
In 4 anni di Alemanno un RIDICOLO aumento dello 0,52%. È praticamente FERMA al 20% dalla prima giunta dell'altro genio Veltroni.

"Altra buona notizia - a fronte però di tariffe alte e in aumento - la diminuzione del 7% dei rifiuti pro capite nel quinquennio 2007-2011."
È perché sono diminuiti salari e consumi. NON è un merito della giunta, che per la riduzione non ha fatto nulla, come per tutto il resto dove ha solo aumentato la tassa OGNI ANNO.

"La pulizia delle strade: decisamente meglio in centro storico e sulle aree frequentate dai turisti, molto meno altrove."
Infatti Roma ha smesso di essere PULITA da quando dentro al campidoglio si sono insediati i TURISTI della politica.

"Illuminazione, rete elettrica, rete idrica: l’illuminazione pubblica migliora, ma l’Agenzia suggerisce spunti di riflessione su una certa generosità dei parametri di qualità del servizio e sul fatto che i cittadini continuano a percepire, come aspetto connesso, la criticità costituita dalla sicurezza."
NO COMMENT.

"Poco da dire sul versante acqua: massimo grado di soddisfazione e sostanziale rispetto, da parte di Acea Ato2, dei parametri contenuti nella Carta dei Servizi."
La realtà è una totale INSODDISFAZIONE di avere un acqua piena di sabbia in molte aree della città, e soprattutto nel vedersi scippare un servizio pubblico primario messo in VENDITA da Alemanno in barba all'esito referendario per cui 1.200.000 CITTADINI romani ne hanno più volte chiesto il rispetto.

"Servizi sociali: asili nido. Anche qui si rileva una certa disomogeneità distributiva tra centro e periferia."
Una CERTISSIMA disomogeneità. 

"Ciò non ha impedito che l’offerta complessiva, sia pubblica che privata, riesca comunque a garantire la quasi totale copertura dell’obiettivo di Lisbona, fissato al 33% della domanda potenziale."
Se è PRIVATA non va computata nel servizio PUBBLICO a cui la relazione fa riferimento. L'obiettivo, comunque minimo, del 33% NON è quindi raggiunto, per cui si ha una quasi totale NON copertura della domanda potenziale.

"Cultura: il voto medio è 7,5, con le eccellenze del Palazzo delle Esposizioni e dell’Auditorium (entrambi a 7,8) e gli altri servizi tutti sopra il 7."
Le vere eccellenze sono il TEATRO VALLE e la SALA VITTORIO ARRIGONI, autogestite dai cittadini dopo l'abbandono della giunta e i reiterati tentativi di venderle ai privati.

"Spiccano anche le biblioteche: la frequentazione cresce più del prestito."
Infatti sono frequentate da tutti i disoccupati PRESTATI al precariato, compresi i precari del Comune di Roma a cui la giunta NON vuole rinnovare il contratto.

"Quanto a numero di visitatori, ottima anche la performance del Bioparco."
Il prossimo anno ci sarà il BOOM di visitatori. Infatti è il luogo dove verranno trasferiti tutti i politici romani IN VIA D'ESTINZIONE.

Pubblicato in News dal Movimento
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Calendario Municipio 6

Canale YouTube Municipio 6

Commenti