Martedì, 02 Aprile 2013 17:33

Municipio in streaming

"Meglio tardi che mai", recita un noto proverbio. E questa volta è proprio il caso di dirlo.

In data 18 giugno 2012 (si avete letto bene) abbiamo consegnato una petizione per richiedere la possibilità di riprendere e trasmettere in diretta streaming le sedute del consiglio municipale. Il tutto a nostre spese, senza chiedere un solo € alla collettività.
Il Regolamento Municipale, all'art. 9, recita "I cittadini presentano Interrogazioni ed Interpellanze (...) il Presidente risponde entro 30 giorni...".

Il tutto inoltre per far valere un diritto che dovrebbe essere la normalità in qualsiasi amministrazione pubblica di un Paese che si definisce "democratico".
I cittadini hanno il diritto di sapere cosa fanno i loro "dipendenti", eletti e stipendiati da loro.

A seguito della mancata risposta dell'amministrazione, in data 14 novembre 2012 ci abbiamo riprovato, consegnando una seconda richiesta.
Evidentemente i nostri "dipendenti" hanno avuto di meglio da fare che rispondere alle esigenze dei cittadini.

Finalmente il 21 marzo2013, a legislatura ormai terminata, veniamo "autorizzati" alla ripresa e diffusione delle immagini attraverso Internet. Una presa in giro.

Come è possibile che ci siano voluti più di 9 mesi per una banale autorizzazione?
Perchè le richieste dei cittadini passano sempre in secondo piano?
Cosa hanno da nascondere i consiglieri del nostro Municipio tanto da evitare come la "peste" una semplice telecamera?
Perchè non è stato il Municipio a farsi promotore di una tale iniziativa di trasparenza e partecipazione?

A tutte queste domande, risponderemo tra pochi mesi.

Nel frattempo, oggi siamo andati ad assistere al consiglio municipale. Abbiamo scattato qualche foto, ma a causa della connessione "Digit Roma" non proprio impeccabile, siamo riusciti a trasmettere solo pochi spezzoni di video.

Siamo sicuri che nella prossima consiliatura le dirette streaming e l'accesso ad Internet saranno un diritto acquisito per la cittadinanza.

Ci vediamo in Municipio, e sarà un piacere.
Pubblicato in VI Municipio
Venerdì, 03 Agosto 2012 09:17

XVIII IN MOVIMENTO!

Il 1 Agosto 2012 si è tenuta unitamente al Municipio XIX la prima riunione del gruppo del XVIII Municipio, con la presenza di tre persone del nostro Municipio prende il via questo percorso apparentemente complesso e complicato, ma in fondo non viene chiesto altro che fare del proprio meglio per il bene della gente e per la salvaguardia e la tutela del territorio, senza ovviamente trascurare le tematiche importanti e fondamentali della convivenza civile.
La cittadinanza del XVIII municipio affronta quotidianamente, ormai con una sorta di rassegnazione, le conseguenze di differenti problematiche che affliggono la nostra circoscrizione. Per citarne qualcuna quella, per esempio relativa alla viabilità in ogni suo aspetto, alla impossibilità di spostarsi per recarsi in tempi ragionevoli sui posti di lavoro e che ci consentano di vivere degnamente i nostri spazi vitali, perche sequestrati nei nostri quartieri. Una rete di trasporto pubblico insufficiente e sottostimata rispetto all'attuale e inarrestabile edificazione dell'area metropolitana in questione. Prolungare la metropolitana a casalotti, selva candida e casal selce ridurrebbe anche l'inquinamento da polveri sottili e l'inquinamento acustico al quale siamo costantemente sottoposti. Assistiamo ai soliti interventi a spot di manutenzione stradale che si rivelano insufficienti e inadeguati al passaggio automobilistico, a volte i marciapiedi sono inesistenti e maltenuti, con attraversamenti pedonali pericolosi soprattutto per anziani e bambini. Per non parlare della latitanza del corpo municipale dei vigili urbani, che si sono improvvisamente dissolti al caldo estivo, lasciando strade e piazze in balia di autovetture parcheggiate in doppia fila. In questi ultimi tempi abbiamo assistito ad operazioni di curettage in alcune zone del nostro quartiere, laddove insistono abitazioni e attività commerciali di alcuni nostri politici o affiliati. A precise domande e suggerimenti posti alla nostra municipalità abbiamo ricevuto rimandi a scelte tecniche che denotano una scarsa conoscenza delle ultime disposizioni del c.d.s..

Non meno importanti gli spazi aggregativi per giovani e anziani, assolutamente sconosciuti a coloro che possono permettersi circoli sportivi privati e che quindi non sentono la necessità' di operare scelte a tal proposito. Un esempio è la realizzazione dell’auditorium, ormai cattedrale incompiuta nel "deserto" di Pineta sacchetti, regno di disperati, ubriachi e prostituzione. Strade sporche, mancanza di decoro , cassonetti stracolmi, tombini intasati, raccolta differenziata con orari impossibili alla ricerca del camioncino perduto fatta a macchia di leopardo, con regole incerte e risultati scadenti malgrado grandi investimenti economici e assunzioni clientelari, vie secondarie che hanno visto diventare insufficienti i contenitori dedicati, trasformando ogni area possibile in micro discariche. L'adeguamento e il decentramento di strutture sanitarie pubbliche ed i servizi Municipali, tra i quali anche a sicurezza ed il controllo del territorio e dei beni comuni.
Questo non vuole essere un programma ma è soltanto una piccola analisi impulsiva dei problemi più urgenti ed è un punto di partenza per elaborare, sicuramente con il contributo di tutti, un quadro più preciso di tutto il territorio.
Per fare questo occorre PARTECIPAZIONE, quindi attiviamoci.

Ci siamo incontrati perché sentiamo crescere la voglia di rinascere, di riscattare i nostri genitori, di
guidare i nostri ragazzi verso una società finalmente civile. Alzare finalmente la testa e trovare altri che hanno condiviso il tuo disagio e vogliono cambiare ti da coraggio; laddove tu non sai c'e' un altro che ti spiega. La partecipazione e' la nostra arma, la nostra forza. Con il gruppo del XIX municipio, la cui vicinanza urbana, ci fa condividere tante criticità ci siamo attivati e stiamo decidendo le date e i siti dove far partire gli infopoint Municipali, ovviamente poi serviranno persone per portare avanti il progetto, ricordiamoci UNO VALE UNO, ma insieme possiamo fare la differenza.
Il primo appuntamento ufficiale del XVIII Municipio, per l’infopoint o banchetto che dir si voglia, e fissato per Sabato 29 Settembre, in Piazza Pio XI dalle ore 9:00 alle ore 14:00.
Pubblicato in XVIII Municipio
Martedì, 17 Luglio 2012 15:24

Vietato partecipare ai Partiti

Giorni fa, con la curiosità di scoprire l'attivismo nei partiti a Roma in vista delle prossime elezioni, un giovane studente di 17 anni, iscritto al roma5stelle, ha deciso di navigare attraverso i rispettivi siti web dedicati alla capitale.

Il risultato è stato sconcertante: la maggior parte sono abbandonati a sé stessi o riportano notizie vecchissime.
Gli altri, seppur seguiti costantemente, presentano parecchie lacune e una confusione generale.

Ma la pecca più evidente, comune a quasi tutti, è il mancato coinvolgimento dei lettori e dei cittadini.
Infatti, pressoché ovunque, non si ravvisa la presenza di forum o pagine adibite al confronto e alla libera espressione di idee, pensieri, opinioni, ecc., come invece accade nelle agorà del web sia romane sia delle altre 5 Stelle in tutta Italia, a costo zero.

In sostanza, nonostante i lauti stipendi conditi da privilegi a rotta di collo e sperpero di ingenti rimborsi elettorali ricevuti ogni anno dai relativi partiti - a cui il M5S ha invece dimostrato di saper rinunciare - è del tutto assente il processo in cui trovano continuità le migliori esperienze di democrazia partecipativa in Rete (E-democracy), tramite le quali i singoli cittadini e le comunità possono istruire i propri rappresentanti e informarli, portandoli così a rispondere delle proprie azioni.

Ecco i link dove chiunque può verificare l'assoluta mancanza di forum idonei e diretti a discutere le problematiche di una città come Roma:

pdcampidoglio.com / pdroma.net

pdlroma.it

italiadeivaloriroma.it

udc-campidoglio.it

apiroma.it


Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure.

i cittadini in moVimento del roma5stelle


p.s.: prossimo incontro accoglienza nuovi iscritti vedi >>qui<<

Pubblicato in News dal Movimento
Martedì, 27 Marzo 2012 18:22

ROMA DEVE ANDARE AVANTI

Roma deve andare avanti con la partecipazione e nel rispetto della volontà popolare.

La Giunta comunale, espressione del Sindaco Alemanno, ha inserito all'interno dell'approvazione del bilancio la vendita definitiva dei servizi pubblici locali ai privati attraverso la messa sul mercato della maxiholding di cui fanno parte Atac e Ama e la vendita del 21% delle quote di Acea (facendo quindi scendere il Comune al 30%).

Dopo aver utilizzato politicamente il debito ereditato dalle passate amministrazioni e aver ricevuto dal Governo negli ultimi anni diversi contributi "fuori sacco" per Roma Capitale, lo statista delle nevi vuole calpestare la volontà popolare per ripianare buchi nel bilancio corrente e quindi causati, solo per citare l'ultimo caso dei punti verdi qualità, anche da fideiussioni come quella da 400 milioni di euro firmata dal Comune per garantire a tutti i gestori un accesso agevolato al credito.

Il 12 e 13 giugno scorsi, oltre un milione e duecentomila cittadini romani, pari a più del 60% degli aventi diritto al voto (sottolineamo che l'attuale Sindaco è espressione di ben sole 700.000 preferenze) si è espresso attraverso il referendum contro la privatizzazione dei servizi pubblici locali e per una gestione pubblica del servizio idrico in cui non vi sia spazio per il profitto.
L'esito referendario è il risultato di un percorso decennale e di una straordinaria partecipazione politica dal basso. Rappresenta non solo un netto altolà alla recente farsa "tecnica" di ripianare esigenze finanziarie di un sistema ormai palesemente fallimentare, ma soprattutto un passaggio storico dove i cittadini sono tornati a esigere con estrema chiarezza il rispetto dei propri diritti e scelte in direzione dell'interesse collettivo.

Stiamo parlando di una ulteriore mercificazione dei servizi pubblici locali. Stiamo parlando dell'ennesimo proposito eversivo atto a calpestare la democrazia e la partecipazione, a cui, coerentemente con quanto ha sancito la nascita e lo sviluppo del Movimento 5 Stelle, ci opponiamo con la massima determinazione per proporre viceversa una società consapevole, frutto della reale partecipazione di cittadine e cittadini alla gestione della PROPRIA amministrazione pubblica, e che quindi renda concreto il ritiro alla politica partitocratica e clientelare di ogni delega su ciò che a tutte/i ci riguarda in quanto, come l'Acqua, è fonte della nostra VITA.

Pertanto, se ci fosse necessità di ribadirlo, confermiamo l'adesione e partecipiamo con maggiore risolutezza alla mobilitazione cittadina contro la vendita di ACEA e della città di Roma, in difesa dei beni comuni e della democrazia, promossa sul territorio romano dai comitati afferenti all'obiettivo ACQUA BENE COMUNE.

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Movimento 5 stelle Roma
Pubblicato in News dal Movimento

Canale YouTube Municipio 20

Commenti