Sabato, 19 Maggio 2012 02:24

Efficienza energetica – il Fattore F

<< Perché le donne nel MoVimento ricoprono un ruolo importante: quello di creare la cultura per riprendersi spazi di presenza e di parola - nelle istituzioni come nelle classi dirigenti, nell'informazione come negli organismi di controllo - in questo Paese dove tali spazi sono ancora anacronisticamente ridottissimi. Per proporre finalmente opzioni di pace, tolleranza, conservazione, apertura, accoglienza, sensibilità spesso in contrasto con l'impostazione maschile del potere >>

È curioso come il concetto di efficienza energetica evochi da una parte “sprint” e resistenza di un corpo ed una mente ben allenati e – dall'altra – il progredire della modernità, grazie allo sfruttamento di risorse più o meno rinnovabili. Ma in realtà se ci pensiamo non vi è alcuna contraddizione fra un essere vivente ed un dispositivo inorganico: bruciano entrambi calorie per il proprio funzionamento ed il normale ciclo vitale! In natura come nelle competizioni umane vince sempre il più efficiente! In relazione all'energia, uno spazio a sé occupa il mondo femminile con le sue peculiarità e potenzialità. L'energia è insita nel “Fattore F”. Ecco, comincia la giornata “F” di una donna: • Fluida – perché, è il caso di dirlo, si deve fare di necessità virtù e se si è Fortunate (altro fattore importante!) la giornata scorre piena ma senza intoppi... • Focalizzata – guai a confondersi tra le necessità di un figlio e quelle del canarino, tra le cure di un rapporto sentimentale e quelle dovute alla propria auto! • Fruttuosa – la produttività per una donna è un dato di fatto, altro che PIL! Ma il “Fattore F” riferito all'energia non si ferma all'universo femminile. L'energia può essere, tra l'altro... • Fresca - che dire della produzione di energia da pedalata, già sperimentata da alcuni cinema in Gran Bretagna (http://www.magnificentrevolution.org/bookings/magnificent-cycling-cinema/cycle-in-cinema/) e dai concerti a pedalata dei “Tetes de Bois” (http://www.rideroma.theredbicycle.org/2011/09/tetes-de-bois-eco-concert-from-puglia.html)? • Fruibile - aloe, mirtillo, ginseng, zenzero sono vegetali davvero super per ottimizzare la nostra riserva di energia positiva, rivelandosi toccasana di cui è difficile fare a meno • Fantasiosa – creatività e design al servizio di un approvvigionamento energetico etico e funzionale hanno una felice espressione nel concetto della casa sostenibile. Tanti mondi legati con modalità diverse al vasto concetto di energia. Auguriamoci di riuscire a guardare sempre alla natura come fonte d'ispirazione per creare cicli energetici virtuosi. Come facevano un tempo le società matriarcali, collegandosi naturalmente all'alternanza giorno-notte, alle fasi lunari, alle stagioni della madre terra. Per un'energia più facile da trovare, ma anche più femminile, armoniosa e rispettosa dell'esistenza. Oggi i cicli sono più artificiali e legati alle tecnologie, ma il ruolo della donna nel gestirli all’interno della famiglia non è cambiato. E non è un caso se un'importante azienda giapponese, al momento di scegliere un nome per un suo sistema di gestione dell’energia domestica (un sistema che controlla dall’auto elettrica alla lavatrice, dal pannello solare al mini-eolico, dalle Fuell Cell alle luci), lo ha chiamato FEMINITY, disegnandogli uno stand tutto ROSA all’interno della molto “maschia” fiera delle Energie Rinnovabili 2012 di Tokyo. (pubblicato anche su www.bettiol-partners.com)
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Calendario Municipio 6

Canale YouTube Municipio 6

Commenti